Art. 51. Procedimento disciplinare e notizia del fatto

 

1. Le infrazioni ai doveri e alle regole di condotta dettati

dalla legge o dalla deontologia sono sottoposte al giudizio

dei consigli distrettuali di disciplina.

 

2. È competente il consiglio distrettuale di disciplina

del distretto in cui è iscritto l’avvocato o il praticante oppure

del distretto nel cui territorio è stato compiuto il fatto

oggetto di indagine o di giudizio disciplinare. In ogni

caso, si applica il principio della prevenzione, relativamente

al momento dell’iscrizione della notizia nell’apposito

registro, ai sensi dell’articolo 58.

 

3. La notizia dei fatti suscettibili di valutazione disciplinare

è comunque acquisita. L’autorità giudiziaria è

tenuta a dare immediata notizia al consiglio dell’ordine

competente quando nei confronti di un iscritto:

a) è esercitata l’azione penale;

b) è disposta l’applicazione di misure cautelari o di

sicurezza;

c) sono effettuati perquisizioni o sequestri;

d) sono emesse sentenze che definiscono il grado di

giudizio.